Huck Finn

scrittori e scritture; libri e riviste; racconti e raccontati

4.1.06

Maratona, allenamento (2)

Ieri secondo giorno di ripresa degli allenamenti dopo la pausa. E' andata decisamente meglio del giorno prima. Sempre 12km e 300 metri ma questa volta a un passo attorno ai 5' al km (5' e 4"), quindi, per il mio livello, si tratta di una seduta da CM (corsa Media), un lavoro sulla "velocità" in sostituzione delle ripetute (non all'altezza di queste ma insomma non male). LA MARATONA è IL 26 MARZO 2006 ;-)

3.1.06

Ciambellone dolce, una ricetta

Ricetta del ciambellone della nonna

500 gr di farina
(sperimentare una versione con 300 gr di farina e 200 di farina integrale)
7 gr di bicarbonato (circa 2 cucchiaini)
15 gr di cremor tartaro (circa 4 cucchiaini)
2 uova
175 gr di zucchero
100 gr di burro
scorza di limone
sale
latte
granella zucchero

impastare la farina partendo da un cumulo e aggiungendo via via gli ingredienti in modo che assuma la consistenza di una morbida pasta frolla. Il latte va aggiunto in quantità ragionevoli per ottenere la consistenza adeguata (?). Mettere della carta forno nella tortiera (ideale quella del plumcake, lunga e stretta) e stendere l'impasto con uno spessore adatto all'altezza della tortiera e tenendo ovviamente conto della lievitazione. Aggiungere la granella di zucchero Con 500 gr di farina ne vengono almeno due.
PPena lo faccio aggiungo una foto ;-)

Anni settanta, anni ottanta e memoria

A proposito di memoria e anni settanta e passaggio agli anni ottanta, segnalo un post scritto per il blog del gruppo di lettura di Cologno e Cervia. Ci sono alcune idee in tema. Un secondo post ha invece l'indicazione di alcuni libri in tema.

2.1.06

Ripresi gli allenamenti MARATONA

Oggi ho ripreso gli allenamenti dopo una settimana di pausa di fine anno. 12,300 km sulla neve e in alcuni punti il percorso all'idroscalo era ghiacciato. Soprattutto mi pareva di avere zavorra nelle gambe. Una settimana di fermo e già ti senti frenato. Comunque gli ultimi tre o quattro chilometri ho provato a aumentare leggermente il ritmo. Dedicherò questa settimana a bruciare un po' di grassi; dalla prossima invece si va anche di ripetute e di sedute di velocità (si fa per dire, tutto è relativo).
Ormai il traguardo MARATONA di Roma è in vista; dobbiamo darci dentro.

31.12.05

La fine degli anni settanta, lo scavo nella memoria che dobbiamo compiere

Alla ricerca di alcune radici culturali. Forse questo scavo nella cultura - quella vissuta anche emotivamente, non quella semplicemente ufficiale - mi ha spinto a leggere il libro di Eco (La misteriosa fiamma della regina Loana) al quale ho fatto quache accenno nei giorni scorsi.
Ma come se mi fossi illuminato, all'improvviso, ieri e oggi ho visto chiaramente che lo scavo va fatto là, alla fine degli anni settanta, ho meglio a cavallo fra i settanta e gli ottanta.
Quando nella società italiana e dentro di me e di molti di noi, della nostra generazione nata all'inizio degli anni sessanta, dentro di noi dicevo, è avvenuto un cambiamento fondamentale, di prospettiva riguardo al futuro, di umore culturale; cambiamento che in qualche misura e forma ha a che fare anche con la delusione per quello che gli anni settanta erano stati, avevano promesso ma non avevano mantenuto, lasciandoci un po' cupi, delusi e forse con meno speranze di quelle che speravamo di avere.

24.12.05

Eco, La regina Loana deludente?

Beh, poco oltre un terzo nella lettura dell’ultimo romanzo di Umberto Eco, La misteriosa fiamma della regina Loana. Idea notevole, viene da dire, svolgimento, per ora, un po’ deludente: Come se Eco, mirabile nella scrittura saggistica, confermasse un po’ di difficoltà nella scittura narrativa, come se volesse metterci dentro un po’ troppo alcune intuizioni sulla comunicazione che forse non sono così definite da essere teorizzate e tematizzate in un saggio. Ricordo che sul romanzo di Eco c’è un notevole esperimento di Wiki: Una regina Loana annotata collettivamente dai lettori

Due piccoli grandi libri: buddismo laico - Batchelor e Hagen

Fra i libri letti quest'anno che hanno lasciato un segno (a proposito, chi vuole dare un'occhiata a quelli scelti dai partecipanti al gruppo di lettura di Cologno, li trova sul blog del gruppodilettura.blogspot.com, oppure attraverso il tag di delicious) mi piace citare: Stephen Batchelor, Buddhism without Beliefs, Bloomsbury; e Steve Hagen, Buddhism plain and simple, Penguin.
Due piccoli libri che potremmo definire "introduttivi"; definizione che però è decisamente riduttiva. la portata dei due libri infatti mi pare assai maggiore di quella di semplice avvio alla conoscenza del buddismo. Il testo di Hagen attraversa in modo credo ortodosso i fondamenti di base: le quattro verità, con, nell'ultima verità, il sentiero suddiviso in otto parti, per arrivare alla cessazione del duhkha (concetto complesso, a volte tradotto con "sofferenza", ma che comprende molti aspetti diciamo così difficili della condizione umana). Batchelor va decisamente oltre, tralascia l'esposizione
sistematica e estrae dal buddismo alcune idee per radicalizzarne la forza "laica", non religiosa.
Nelle parole di Batchelor, tra l'altro, eccheggiano spesso i concetti di fallibilità, contingenza, dubbio: così frequenti in quel piccolo libretto sull'essere laico, Giulio Giorello, Di nessuna chiesa, del quale abbiamo parlato nei giorni scorsi.

5.9.05

INTER: A SPIKE LEE LA TESSERA NUMERO 40.000

Lunedì, 05 Settembre 2005 16:58:10

MILANO - È di Spike Lee la tessera numero quarantamila della campagna abbonamenti 2005-2006. La tessera, corredata dalla maglia di Adriano, gli è stata consegnata questa mattina in un grande albergo milanese. Si tratta del secondo anno da 'abbonato ' per Lee, che ha più volte dichiarato la sua spiccata simpatia per i colori nerazzurri, che ha definito 'i più eleganti' del calcio. In cambio dell'omaggio di Massimo Moratti, il regista statunitense ha regalato una copia del suo 'Jesus children of America', episodio inserito nel film "All the invisibile children", prodotto anche da Maria Grazia Cucinotta. Il film, in sette episodi diretto da un team di registi di eccezione, fra cui anche John Woo e Emir Kusturica, raccoglie testimonianze sulla povertà dell'infanzia nel mondo, ed è stato presentato al Festival di Venezia la settimana scorsa. Sostenuto dall'Unicef e dal World Food Program, sarà proiettato nelle sale italiane a gennaio.
Inter.it

2.2.05

Scorsese e De Niro: un sequel per Taxi Driver

Guardian Unlimited Film | News |
http://film.guardian.co.uk/news/story/0,12589,1404265,00.html

15.1.05

human rights watch: la cina rimane uno stato molto repressivo

_Human Rights Watch_ (Hrw), nel suo rapporto annuale, ribadisce che
la Cina rimane ''uno stato fortemente repressivo''. L' organizzazione,
pur riconoscendo che ''sono stati fatti dei progressi'', afferma che
non sono state mantenute le promesse sulla instaurazione di uno stato
basato sul diritto.
La protezione dei diritti umani e' stata introdotta per la prima volta
nella Costituzione cinese nel marzo scorso ma, secondo alcuni
analisti, l' enunciazione di principio non si e' tradotta in misure
legislative concrete.
Il rapporto per il 2005 del gruppo umanitario ricorda la recente
ondata di proteste popolari, soprattutto nelle campagne, dirette
contro funzionari locali corrotti o contro la requisizione forzata
delle terre. Le proteste sono tate affrontate, afferma Human Rights
Watch, con interventi della polizia e con ''l' isolamento delle aree''
interessate.
Il gruppo umanitario afferma inoltre che l' informazione rimane sotto
uno ''stretto controllo'' del Partito, che e' intervenuto anche su
Internet con misure che ''limitano la liberta' d' espressione pubblica
e privata''. Il rapporto prosegue criticando i ''pesanti interventi''
del governo di Pechino contro le minoranze etniche nel Tibet e nel
Xinjiang.

Il rapporto si può leggere qui

14.1.05

human rights watch: la cina rimane uno stato molto repressivo

Human Rights Watch_ (Hrw), nel suo rapporto annuale, ribadisce che
la Cina rimane ''uno stato fortemente repressivo''. L' organizzazione,
pur riconoscendo che ''sono stati fatti dei progressi'', afferma che
non sono state mantenute le promesse sulla instaurazione di uno stato
basato sul diritto.
La protezione dei diritti umani e' stata introdotta per la prima volta
nella Costituzione cinese nel marzo scorso ma, secondo alcuni
analisti, l' enunciazione di principio non si e' tradotta in misure
legislative concrete.
Il rapporto per il 2005 del gruppo umanitario ricorda la recente
ondata di proteste popolari, soprattutto nelle campagne, dirette
contro funzionari locali corrotti o contro la requisizione forzata
delle terre. Le proteste sono tate affrontate, afferma Human Rights
Watch, con interventi della polizia e con ''l' isolamento delle aree''
interessate.
Il gruppo umanitario afferma inoltre che l' informazione rimane sotto
uno ''stretto controllo'' del Partito, che e' intervenuto anche su
Internet con misure che ''limitano la liberta' d' espressione pubblica
e privata''. Il rapporto prosegue criticando i ''pesanti interventi''
del governo di Pechino contro le minoranze etniche nel Tibet e nel
Xinjiang.

Il rapporto si può leggere qui

4.1.05

Tsunami e i miti sui blog

The New York Times > International > International Special > Communications: Myths Run Wild in Blog Tsunami Debate: "COMMUNICATIONS
Myths Run Wild in Blog Tsunami Debate"

16.12.04

lettura in carcere

Il Comune di Nuoro in collaborazione con il Consorzio per la Pubblica
Lettura Sebastiano Satta e le librerie della citta' ha avviato
un'inizativa con la quale si puo' regalare un libro alla biblioteca
del carcere di Badu e Carros.
Il libro potra' essere acquistato con un piccolo sconto e di scrivere
una dedica a coloro che lo leggeranno.
Intanto si sta lavorando alla catalogazione dei 6.000 volumi della
biblioteca del carcere, in gran parte classici. I locali sono stati
risanati e ampliati e ora si dovra' procedere all'acquisto degli
arredi.

14.12.04

ilibri del 2004 secondo l'economist

Economist.com | Books of the year 2004
The
Economist

i libri migliori del 2004 secondo il NYT

This year's list, chosen by the Book Review, consists of five novels,
a short-story collection, a memoir, two biographies and a historical
study.

New
york Times

aumentano i volumi nel database di testi digitalizzati di google!

Aumentano i volumi nel database di testi digitalizzati di google!
Google has announcing five new content partners and a massive scanning project that will bring millions of volumes of printed books into the Google Print database.
Searchenginewatch

christopher isherwood: una nuova biografia

The Isherwood Equation - Peter Parker's massive biography
LA Weekly

3.12.04

tahar ben jelloun, nuovo libro: _ l'ultimo amico _

Una lettera da un amico scomparso per spiegare il tradimento e
l'offesa perpetrata con un'altra lettera. E' il tema di _ L'ultimo
amico _ il romanzo di Tahar Ben Jelloun (Bompiani, 15 euro). Una
lettera, dice Ali, narratore protagonista del romanzo, "che era
destinata a dsitruggermi.

2.12.04

fellini voleva fare un poliziesco

Federico Fellini voleva girare un film poliziiesco: non gli
interessava pero' la trama, l'intreccio del genere quanto la gente, le
sue tensioni, i suoi volti e la vita disordinata di un poliziotto.
Pare che non se ne sia fatto nulla per disaccordi con possibili
produttori. Lo rivela la rivista letteraria fiorentina 'Caffe'
Michelangiolo' che dedica al regista l'ultimo numero.

1.12.04

hanif kureishi, libri novita': il mio orecchio sul suo cuore

Il mio orecchio sul suo cuore di Hanif Kureishi
Traduzione di Ivan Cotroneo
235 pag., Euro 15,00 â?? Edizioni Bompiani (Narratori stranieri Bompiani)

Il nuovo libro dello scrittore anglo/pachistano parte dal desiderio
del padre di diventare uno scrittore (alcuni romanzi scritti, sempre
rifiutati dalle case editrici) e intreccia le vicende private della
sua famiglia con quelle dell'India fra indipendenza e partition, in
particolare dal punto di vista dei musulmani. E, ancora, con quelle
dell'emigrazione in Inghilterra. Al centro di tutto la scrittura,
quella del padre con un romanzo autobiografico, e il confronto con il
fratello, celebre giornalista ; e poi la scrittura di Hanif che
analizza quella del padre., anche per riconciliarsi con le proprie
radici-

Su Caffe' letterario una bella recensione, con alcune pagine del
romanzo e una breve biografia di Kureishi

Caffe letterario